sabato 23 marzo 2013

Torta di nocciole con zabaglione


Periodo di compleanni in famiglia..questa volta è il turno di mio marito. Ma lui non ama particolarmente 
i dolci se non la torta di nocciole con lo zabaglione, allora la scelta non è stata difficile!
La torta di nocciole è un dolce tipico del nostro territorio e non l'avevo ancora neanche postata nel blog.  Ci sono tantissime ricette di torta alle nocciole, alcune anche senza farina, ma di tutte, quella che io prediligo è questa. E' una torta abbastanza sottile perchè essendoci poca farina e tante nocciole non ha la struttura per crescere.
Ecco a voi la mia "Torta di nocciole"

Ingredienti:

150 gr di zucchero
100 gr di burro
2 uova intere più un tuorlo
200 - 250 gr di nocciole tostate e macinate
50 gr di farina
50 gr di fecola
1 bustina di lievito per torte
latte qb

Zabaglione



Ingredienti:

5 tuorli d'uovo (si calcola un tuorlo a testa)
5 cucchiai scarsi di zucchero
10 mezzi gusci di Marsala 
Io 5 gusci di Marsala e 5 di latte (si ottieno uno zabaglione meno alcoolico)

Procedimento:

Sbattere in una terrina il burro con lo zucchero, aggiungere le uova più il tuorlo, le due farina più la bustina di lievito e per ultimo le nocciole tostate e macinate. Diluire con il latte; deve rimanere  un impasto morbido ma non troppo.
Vuotare in una tortiera e cuocere 180° per 20 minuti circa.
Intanto preparare la pentola per il bagnomaria (lo zabaglione si deve fare a bagnomaria perchè essendo una crema molto delicata è facile che impazzisca) mettere i tuorli con lo zucchero e sbattere  con una frusta  fino a montarli a questo punto aggiungere il marsala o marsala e latte e cominciare a sbattere finchè la crema non si addensa. Non deve assolutamente bollire!!



Non so se la nocciola "Tonda e gentile della Langa DOP" si trovi dappertutto ma vi consiglio assolutamente di provarla. E' ottima anche per un fine pasto accompagnata  da un buon bicchiere di Moscato che si sposa benissimo con le nocciole e con lo zabaglione ( volendo si puo fare anche lo zabaglione con il moscato che è  molto buono).


Fino a Giugno non ci sono altri compleanni...ma ci saranno mille altri motivi per fare dei dolci..
A presto!















lunedì 4 marzo 2013

Torta 900


Era il compleanno di mio figlio ma anche di mia nuora, (sempre compleanni doppi in famiglia..) allora la torta doveva essere importante.."cioccolatosa" sopratutto, perchè tutti e due amano il cioccolato.
E chi se non la Torta 900 poteva essere all'altezza?
La tengo in serbo per le grandi occasioni perchè è molto calorica. In un primo tempo pensavo che 900 fossero le calorie per grammo di torta!!

Invece ho poi scoperto che la torta Novecento venne ideata da Ottavio Bertinotti, maestro pasticcere di Ivrea, alla fine 
dell'Ottocento per celebrare l'arrivo del nuovo secolo (da qui il nome di 900) Su questa torta c'è sempre stato un certo alone di mistero dovuto al fatto che la ricetta fosse segreta. In realtà si tratta di una torta semplice composta da due dischi di pan di spagna al cacao farciti con una crema "straordinaria" e delicatissima al cioccolato.
E pare che prorio qui sia il mistero...mai nessuno è riuscito a riprodurla uguale!!
Io non ho mai assaggiato l'originale, ma vi garantisco che crema più "sublime" al mondo non esiste...

Ingredienti:

Per il Pan di Spagna al cacao
4 uova
120 gr di zucchero
50 gr di farina 
50 gr di fecola
 2 cucchiai di cacao amaro
mezza bustina di lievito per dolci

Per la crema:
250 gr di panna montata
250 gr di mascarpone
120 gr di cioccolato fondente
50 gr di zucchero a velo

Per la ganache al miele
200 gr di cioccolato fondente
200 gr di panna
20   gr di burro
50   gr di miele

Procedimento:

Frullare i tuorli con lo zucchero a velo, aggiungere poco per volta la farina e la fecola precedentemente setacciata, il lievito e il cacao.
Montare a neve gli albumi e aggiungerli al composto mescolando delicatamente dal basso verso l'alto.
Cuocere in forno 180° per 25 minuti circa.
Raffreddare il Pan di Spagna e con l'apposito strumento oppure con un coltello tagliare a metà



Frullare il mascarpone con lo zucchero a velo, montare la panna e aggiungerla al mascarpone molto delicatamente dal basso verso l'alto.
In un pentolino a bagnomaria sciogliere il cioccolato e dopo averlo lasciato raffreddare un pò aggiunere sempre delicatamente alla crema di mascarpone e panna.


A questo punto farcire con la crema i dischi di Pan di Spagna e ricomporre la torta.
Sarebbe finita così, ma per renderla più "elegante e cioccolatosa" io l'ho glassata con una ganache al cioccolato.
Bollire la panna con il miele, unire il cioccolato a pezzetti , emulsionare e una volta che il composto ha raggiunto i 45° C circa unire il burro.
A qusto punto sistemare una gratella in un piatto piano leggermente più grosso, posizionare la torta sopra e vuotare la ganache al cioccolato, aiutandosi con una spatola ricoprire tutta la superfice.
Il cioccolato in eccedenza colerà sotto e noi lo andremo a recuperare. Volendo si può surgelare.


Ora si dovrebbe decorare. Con cosa se non il cioccolato bianco?
Ecco il problema; non l'avevo mai fatto e non sapevo che il cioccolato bianco non si sciogle come quello nero (qualcuno sa dirmi perchè)?
Insomma...il cioccolato era denso. il buchino era piccolo. il tempo tiranno...i decori lasciano un pò a desiderare!!


Ma i commensali si sono concentrati di più sulla sostanza che non sull'apparenza!!!


Vi garantisco...quello strato di crema è "sublime".